giovedì 7 maggio 2009

Bals(h)amBurger

Breve excursus: Siccome sono patito di musica, oltre che di cucina, ho deciso che da ora suggerirò anche un bel disco da ascoltare durante la preparazione... tempo fa mi cimentai già con un esperimento analogo di cucina e musica sul blog PlayLeast, ora è il momento di applicare seriamente i risultati ottenuti :-P.

Lo sanno tutti: gli hamburger (o per i tradizionalisti le svizzerine :-D) sono la carne per gli anziani e i marmocchi capricciosi. Possono essere di manzo o tacchino o qualsiasi altra specie animale: nessuno se ne accorgerebbe... notoriamente sono senza sapore, asciutti e granulosi e necessitano di salse accessorie per poter essere anche solo deglutiti (maionese, ketchup e affini). In genere evito di mangiarne, a meno che non sia costretto! In questi casi, cerco di provvedere personalmente alla preparazione dei "cosi" con una ricettina sbrigativa e sorprendentemente saporita a base di aceto balsamico (quello commerciale, ahimè... non potrei permettermi nemmeno 10 cl di quello vero!). Procediamo!

Ingredienti:
  • Hamburger
  • Aceto Balsamico
  • Acqua
  • Sale (o secondo gusto, il salearomi)
Album Consigliato:

Prendiamo un bel padellone anti-aderente dove possiamo agevolmente adagiare tutti gli hamburger da cucinare, privati di quella odiosa pellicola. Li copriamo con acqua e un po' di olio, chiudiamo il coperchio alla padella e lasciamo andare fino a bollore dell'acqua. Quando comincia a bollire, mettiamo il sale e l'aceto balsamico, profuso sulla carne in discreta quantità (occhio a non esagerare!). L'aceto ci servirà a togliere quello sgradevole aroma di "trito" e carne macinata che non sempre è apprezzato e a dare un bel tocco di sapore. Richiudiamo il coperchio e lasciamo cucinare finchè la parte inferiore degli hamburger non sia perfettamente cotta, bella compatta, così da riuscire a girarli senza correre il rischio di romperli. Una volta girati, richiudiamo il coperchio e facciamo cucinare anche l'altro lato. Le svizzerine (ghgh, amo usare questo termine!) saranno cotte quando, dopo averle premute, non rilasceranno più il succo rossiccio. Terminata la cottura, sarà rimasta nella padella un po' di brodaglia idro-acetica... niente paura! Rimuovete gli hamburger e lasciate il brodino sul fuoco moderato: poco alla volta si ritirerà e otterrete una deliziosa riduzione di aceto balsamico e succo di carne. Durante la riduzione, abbiate cura di mescolare di tanto in tanto e aggiungere un po' di olio fresco, se lo desiderate. Ora, prima di servire, versate su ogni hamburger qualche cucchiaio della salsetta e il gioco è fatto!

Una variazione sul tema può essere fatta con l'aceto classico (meglio se bianco), ma bisogna prestare più attenzione per le quantità, in quanto il sapore è più forte.

Grazie dell'attenzione e buon appetito!

(inutile ripetere che aspetto commenti e opinioni! :P )

5 commenti:

A' Jammona a Ciato ha detto...

Oh, ma che bravo il Taldè, abbina anche la musica come si fa coi vini!
Questi hamburger devono essere proprio buoni così, quasi quasi ci provo anch'io. Mi hai fatto venire fame =P

taldeital ha detto...

è lo scopo principale far venir fame! sisi!

grazie!

Anonimo ha detto...

ho passato una fase nella quale facevo le fettine di carne con aceto balsamico farina e panna (anche se con la panna anche la segatura diventa commestibile)


complimenti per il blog, e' veramente la svolta!


bbousk

taldeital ha detto...

*_* grazie bboù, sei un amico! :-D

Anonimo ha detto...

io li ho assaggiati, me li ha cucinati taldeital in persona...e vi garantisco ke sono una vera bontà!